Back
Image Alt

Premio internazionale di letteratura Città di Como

A Como la lezione di Dacia Maraini

Un inno alla vita, alla donna e all’amore, e alla parola come possibilità di racconto, “materia oscura” che unisce le esperienze e dà loro senso. Tutto questo è nel libro di Dacia Maraini “Tre donne” edito da Rizzoli. L’autorevole membro della giuria del premio “Città di Como”,  punta di diamante della narrativa italiana contemporanea, sarà domani a Como per presenziare alla cerimonia di premiazione dalle 16 in Sala Bianca al Teatro Sociale. E alle 11 firmerà le copie del libro alla libreria Ubik di piazza San Fedele a Como. “Sono contenta del successo che da mesi sta avendo questo mio romanzo – dice Dacia Maraini – E’ la storia di tre donne molto diverse fra loro e al tempo stesso molto unite, una nonna, una figlia e una nipote, in cui ho voluto sintetizzare le ansie e le problematiche della società contemporanea ma anche far capire quanto sia importante appunto la parola, scritta o anche solo pensata, per il genere umano”. Un libro che con la tecnica del flusso di coscienza ma non senza riferimenti a maestri del passato (si pensi alle “Tre sorelle” di Cechov) mette in scena tre età della vita, tre modi di intendere la passione, il rapporto con la vita, l’amore, il desiderio.  Un libro in cui Dacia Maraini si conferma abile tessitrice di storie e profonda indagatrice dell’animo umano.

L.M.

Post a Comment

Cookie Policy
Utilizzo dei cookie
I cookie ci aiutano a ricordarti, personalizzare la tua esperienza, distribuire offerte commerciali personalizzate e mostrarti più cose che pensiamo ti piaceranno. Per ulteriori informazioni sui cookie ti invitiamo a navigare la nostra pagina di cookie policy.
Settaggio dei cookie
Questi cookie ci danno la possibilità di offrire un'esperienza personalizzata per la tua navigazione.