Back
Image Alt

Premio internazionale di letteratura Città di Como

Massarenti: “Cerchiamo saggi di qualità”

Poche ore alla chiusura del bando, e giuria in piena attività per scegliere fior da fiore il meglio della produzione libraria da portare in finale quest’anno al premio “Città di Como”. Per tastare il polso della saggistica, intervistiamo Armando Massarenti, amico del premio e suo giurato di lungo corso.

Nei suoi libri ha sempre difeso la laicità del pensiero, strumento di libertà e di emancipazione alla portata di tutti, indipendentemente dall’età, dal ceto sociale e dal livello culturale. Massarenti si fa ancora una volta difensore del merito e della qualità, nella selezione dei libri pervenuti al premio. “Di fronte alla gran massa di libri che arrivano al premio, il criterio è dar credito a quelli di più solido fondamento, scritti in modo rigoroso, e che magari aiutino a sviluppare lo spirito critico.  Lo trovo fondamentale, in un’epoca come la nostra in cui le cosiddette fake news si diffondono in modo virale grazie ai social media. Nel mio lavoro, come giornalista e filosofo della scienza, ho sempre cercato di impedire alle false notizie e alle bufale di circolare, anche quando si creano falsi dibattiti mettendo sullo stesso piano ambiti diversi, ad esempio da un lato l’evoluzionismo e dall’altro il creazionismo. La verità scientifica sta solo da una parte. Ciò a dire che l’opinione espressa deve essere sempre fondata. Fare divulgazione scientifica ad alto livello e in modo brillante e convincente, peraltro, non è un’arte semplice. Ma l’importante è che chi scrive domini la sua materia, perché solo con la conoscenza si può sviluppare un pensiero critico, evitando di assorbire le nozioni in modo passivo. Si tratta dello stesso orizzonte di pensiero che applica la psicologia all’economia e spiega quanto è facile che deviamo verso opinioni che non sono corrette, verso quegli errori sistematici che ci complicano la vita. Per questo ho fatto la proposta che nella scuola si introduca il pensiero critico come base”.

Armando Massarenti è direttore per Mondadori Università della collana Scienza e filosofia. È autore del manuale per le scuole Penso dunque sono (con Emiliano Di Marco, D’Anna, 2014). Da Guanda ha pubblicato Il lancio del nano e altri esercizi di filosofia minima (2006, Premio filosofico Castiglioncello 2007, Premio di saggistica Città delle rose 2007), Staminalia (2008), Il filosofo tascabile (2009), Dizionario delle idee non comuni (2010, Premio Capalbio 2011), Perché pagare le tangenti è razionale ma non vi conviene (2012) e Istruzioni per rendersi felici (2014, Premio Letterario Internazionale Nino Martoglio 2014).

L.M.

Comment(1)

  • carlo fatrix

    21 Luglio 2018

    UNA PREDA INAFFERRABILE..

    ho imparato ad avere coraggio
    e vivere senza aiuti e favori
    soprattutto senza protezioni

    se pur malato e stanco
    vado avanti da solo
    senza paure e troppi entusiasmi

    vivo con nemici e predatori
    non li voglio cambiare
    ma rimanere me stesso

    in armonia con gli altri
    e prendere il mondo come viene
    perche’ quello che ho mi basta

    Fatrix.

Post a Comment

Cookie Policy
Utilizzo dei cookie
I cookie ci aiutano a ricordarti, personalizzare la tua esperienza, distribuire offerte commerciali personalizzate e mostrarti più cose che pensiamo ti piaceranno. Per ulteriori informazioni sui cookie ti invitiamo a navigare la nostra pagina di cookie policy.
Settaggio dei cookie
Questi cookie ci danno la possibilità di offrire un'esperienza personalizzata per la tua navigazione.