Back
Image Alt

Premio internazionale di letteratura Città di Como

RIMBAUD IN AFRICA

Il limite di un premio letterario consiste nel fatto che partecipano tanti libri interessanti e di pregio ma purtroppo la selezione permette di farne arrivare solo pochissimi in finale.

Desidero però rendere giustizia a un libro, un saggio, che ha concorso nella scorsa edizione del premio e che è entrato fra i migliori testi selezionati .

L’ho trovato di piacevole lettura,ben strutturato e efficace nelle argomentazioni.

Parlo del libro di Sandro Tirini Je Suis Ici,sogni,tormenti e segreti di Arthur Rimbaud in Africa,Genesi Editrice.

Nel libro si racconta del periodo che il poeta francese passò in Africa e l’autore attraverso le molte lettere scritte alla famiglia,ricostruisce la nuova vita del poeta lontana dall’Europa con le  aspirazioni e il desiderio attraverso commerci, di divenire ricco e tornare in Francia per sposarsi infine e condurre una tranquilla esistenza.

Tuttavia tutte le sue speranze andarono in fumo perché ritornò in Francia solo per morire, dopo avere subito l’amputazione di una gamba e indicibili sofferenze.

“Arthur Rimbaud di anni 37,muore.Al funerale nessun amico,nessun letterato,soltanto la madre e l’amata sorella Isabelle”.Questo il triste epilogo della sua vita.

L’autore riporta poi che l’epitaffio funebre più azzeccato fu scritto all’Ospedale di Marsiglia dove sul registro dei decessi fu annotato alla voce indirizzo: “di passaggio”.

E il poeta fu davvero un uomo di passaggio,l’uomo dalle suole di vento come lo chiamava Verlaine.

Ma quanto rimane più insolito nella sua vita è la marcata cesura che appare fra la prima parte nella quale prevalgono fino a divenire dominanti, interessi poetici e letterari e la seconda  dove i primi vengono sostituiti  da interessi pratici,rivolti al commercio all’unico fine di realizzare guadagni ingenti.

Sempre nel libro a tal proposito si legge : “i sogni della fama letteraria  non trovano più spazio nella sua mente:sacchi di caffè,indigeni da gestire,bilanci e consuntivi da fare quadrare.Egli è diventato un altro :esploratore,avventuriero,commerciante,uomo d’affari”.

In genere la letteratura permette a chi scrive,di avere più vite nel senso che consente di entrare in quella reale o fittizia che sia del personaggio che vive nelle pagine e di assorbirne i vissuti e le esperienze.

Tuttavia le altre vite rimangono nella finzione letteraria.

Nel caso di Rimbaud la seconda vita è reale,concreta tanto che la prima vita,quella della creazione artistica, viene complemente cancellata.A tal punto che nell’unico scritto pubblicato dal poeta in undici anni di soggiorno africano  che descrive un viaggio intrapreso in Abissinia a fini di commercio, la trattazione è priva di qualsiasi stile letterario,scarna come un elenco commerciale.

Di solito ci si accorge che quanto riguarda il mondo e i suoi aspetti quotidiani e pratici non soddisfa quella che si vorrebbe essere l’intima vera natura e allora si cerca di evadere in un mondo con minori vincoli terreni.

Nel caso di Rimbaud è avvenuto esattamente il contrario: dalle stelle alla terra.

Terra d’Africa come si diceva,dove lui fuggendo da tutto si era rifugiato.Eppure il suo precoce talento aveva fatto in modo che la società letteraria parigina lo avesse,giovanissimo, osannato.

A soli diciassette anni compone Le Bateau ivre,a diciannove pubblica il suo capolavoro Una Saison en Enfer.

E nella poesia  Sensation composta quando aveva soli quindici anni  descriverà,con visione profetica, quella che sarebbe stata la sua vita futura.

“Nelle azzurre sere d’estate, andrò per i sentieri, punzecchiato dal grano, a pestar l’erba tenera: trasognato sentirò la frescura sotto i piedi e lascerò che il vento mi bagni il capo nudo.

Io non parlerò, non penserò più a nulla: ma l’amore infinito mi salirà nell’anima, e me ne andrò lontano, molto lontano come uno zingaro, nella Natura, lieto come con una donna.”

Comment(1)

  • Sandro Tirini

    12 Dicembre 2016

    Caro Giorgio, ho letto con piacere la recensione al mio libro, mi piacerebbe uno scambio di opinioni, puoi scrivermi se lo credi.

Post a Comment

Cookie Policy
Utilizzo dei cookie
I cookie ci aiutano a ricordarti, personalizzare la tua esperienza, distribuire offerte commerciali personalizzate e mostrarti più cose che pensiamo ti piaceranno. Per ulteriori informazioni sui cookie ti invitiamo a navigare la nostra pagina di cookie policy.
Settaggio dei cookie
Questi cookie ci danno la possibilità di offrire un'esperienza personalizzata per la tua navigazione.